Ciao a tutti

E' da un po' che non scrivo, oggi volevo fare questo articolo che è più che altro uno sfogo personale.

Parto con una gioia... FINALMENTE E' FINITO IL 2017!

Spero non sia stato un anno terribile per tutti, ma per me e i miei conoscenti il 2017 è stato davvero terribile!

Sfortune a non finire, sia personali che lavorative e sopratutto sotto il lato della salute.

Ma un nuovo anno è iniziato, anche se per me non è partito benissimo sono comunque ultra positiva e mi aspetto grandi cose. Per prima infatti, come potete leggere dal titolo, il mio matrimonio.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ciao a tutti

Oggi vi voglio parlare dei Trend Gioielli 2017/2018

Le nuove tendenze nel campo dei gioielli 2017/2018 premiano forme e colori vivaci;

dagli anelli in oro bianco e giallo ai bracciali con diamanti, dalle collane con pendenti multicolor ad orecchini dalle forme particolari.

Come ogni anno, sono i grandi marchi a stabilire i trend più esclusivi da seguire.

 

COLLANE

Nel campo delle collane di lusso, si fanno di certo notare le novità della linea Louis Vuitton;

Collana Louis Vuitton in oro bianco con tormalina Paraïba da 10,14 carati e diamanti per 30,30 carati. 

Da non perdere le collane Gucci con grandi pendenti a forma di farfalle o con cristalli multicolor;

Collana con pendente a forma di farfalla Gucci

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

INCI

International Nomenclature of Cosmetic Ingredients

E’ una denominazione internazionale utilizzata per indicare nelle etichette i diversi ingredienti presenti all’interno dei cosmetici.

Viene usata in tutti gli stati membri dell’unione EU e in molti paesi del mondo come USA, Russia, Brasile, Canada e Sudafrica.

Dal 1997 è obbligatorio, che ogni cosmetico presente sul mercato, abbia riportato sulla confezione gli ingredienti in esso contenuto, usando la denominazione INCI.

L’utilizzo della lista degli ingredienti dei prodotti cosmetici, elencati con il codice INCI, rappresentano un’informazione utile per la tutela dei consumatori. Lo scopo infatti è quello di permettere alle persone portatrici di allergie, di identificare facilmente, all’interno del prodotto prima del suo utilizzo, le sostanze alla quale sono allergiche.

Secondo la nomenclatura INCI, gli ingredienti di un prodotto cosmetico, vanno scritti in ordine decrescente di concentrazione.

Al primo posto si indica l’ingrediente contenuto per in percentuale più alta, poi a seguire gli altri ingredienti, fino a quelli contenuti in percentuale più bassa. Sotto l’1%, gli ingredienti possono essere indicati in ordine sparso.

La nomenclatura INCI, contiene termini scritti in Latino, riferiti ai nomi botanici e farmaceutici, la maggioranza invece viene scritta in Inglese.

Nel caso dei coloranti, si utilizzano le numerazioni secondo il Colour Index (Colour Index International, è un registro di riferimento per le sostanze coloranti gestito da “Society of Dyers and Colourists - Società dei tintori e coloristi”, e da “American Association of Textile Chemists and Colorists – Associazione americana dei chimici tessili e coloristi”); fanno eccezione i coloranti per capelli, che devono essere indicati con il loro nome chimico inglese.

Esempi:

Acqua = AQUA

Olio di oliva = OLEA EUROPEA FRUIT OIL

Burro di Karité = BUTYROSPERMUM PAPKII BUTTER

Olio di ricino idrogenato = HYDROGENATED CASTRO OIL

Profumo = PARFUM

 Se vi può interessare, per comprendere meglio o per avere sempre a disposizione tutti gli ingredienti e le loro traduzioni, vi consiglio l'acquisto di un libretto che ho da sempre utilizzato durante le lezioni di Cosmetologia.

Vi lascio di seguito il link di Amazon dove poterlo acquistare!

Acquistalo su Amazon!

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

 

Ciao a tutti

Oggi parleremo e chiariremo un argomento che ancora oggi affligge le nostre menti.

Sentiamo sempre parlare di BIO, vediamo in giro prodotti che vanno dagli alimentari ai cosmetici, con dicitura BIO.

Ma cos'è questo BIO e che cosa vuol dire?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ciao a tutti!

Oggi parleremo dei Trend autunno e inverno 2017/2018 per quanto riguarda unghie e nail art.

Gli occhi più attenti, avranno già visto sulle passerelle delle sfilate, i nuovi trend sui colori e sulle forme che saranno maggiormante in voga i prossimi mesi.

Iniziamo a vedere le forme che andranno per la maggiore:

quest'anno mettono d'accordo un po' tutti i gusti e le preferenze, infatti le forme di questa stagione saranno:

unghie a mandorla;

(foto da Pinterest)

unghie a stiletto;

(foto da Pinterest)

unghie squadrate:

adatte anche a lunghezze più minimal e molto corte, da valorizzare con un colore scuro.

(foto da Pinterest)

Se portate unghie molto corte o ovali, potete abbinarle a stili minimal e colori scuri.

Se le preferite invece molto lunghe e a mandolra, il trend prevede colori metallici e molto decorate!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Ciao a tutti!

In questo articolo parleremo dell'ACQUA MICELLARE!

Voi la conoscete?

L'avete mai utilizzata?

Io ormai da quando l'ho scoperta non posso più farne a meno!

Prima utilizzavo il latte detergente, ma non mi è mai piaciuto, non mi ha mai struccata alla perfezione.

Successivamente ho provato lo struccante bifasico, MAI PIU'!!!

Invece di sciogliere il trucco me lo faceva spalmare su tutta la faccia e mi lasciava la pelle uno schifo, grassissima e unta.

Premetto che ho una pelle mista tendente al secco, quindi in genere il trucco rimane semi assorbito e quando lo rimuovo mi si screpola subito tutta la zona della fronte, anche perchè per poter rimuovere tutto bene con gli altri struccanti classici, devo sfregare un sacco e successivamente lavare con molto sapone il viso.

Un giorno ormai disperata, quasi non mi struccavo nemmeno più, decisi di acquistare questa fatidica ACQUA MICELLARE, quasi convinta che fosse anche questa una porcheria... Mi sono ricreduta immediatamente!

Scioglie perfettamente il trucco, non lo spalma in giro ma lo rimuove bene e delicatamente e la mia pelle rimane idratata e morbida! Il vantaggio migliore di questo prodotto è che non va risciacquato, così siamo certi di non andare a disidratare la pelle e in più, se sbagliamo qualche passaggio del nostro make-up, possiamo "pulire" solo quella zona e procedere nuovamente con l'aplicazione dei prodotti.

C'è però da dire che se si ha un trucco molto pesante sugli occhi o comunque abbiamo usato prodotti waterproof molto resistenti, l'acqua micellare non è proprio la più indicata.

Ma come funziona l'ACQUA MICELLARE?

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Ciao a tutti!

L'inverno e il freddo sono sempre più presenti e insistenti, almeno qui nelle mie zone stiamo già soffrendo!

Ovviamente assieme al freddo arrivano anche i primi malanni, raffreddore e mal di gola stanno per diventare come le bollette del riscaldamento, infiniti, sempre presenti e paurosissimi!

 Voi che rimedi utilizzate, per prevenire o curare l'influenza?

Io, a meno che non ho la febbre insistente (e a volte nemmeno in quei casi), tendo a non utilizzare i medicinali, anche perché su di me non hanno poi un così gran effetto.

In genere, prediligo i rimedi della nonna con prodotti quanto più naturali possibile.

Sicuramente in questo periodo è meglio iniziare a prevenire, cominciando con un'alimentazione più adatta, cioè introdurre nella propria dieta quotidiana molta frutta, che va consumata preferbilmente fresca e molta verdura, meglio se cotta al vapore, per mantenerne intatte le proprietà.

In questo modo ci assicuriamo un maggiore apporto di sali minerali e vitamine, sopratutto quella C, utile appunto per il corretto funzionamento del sistema immunitario e la sintesi di collagene nell'organismo. Il collagene rinforza i vasi sanguigni, la pelle, i muscoli e le ossa, ma l'uomo non può creare collagene senza la vitamina C.

Nel periodo invernale, è molto consigliato il consumo di broccoli, verza e cavoli, magari con l’integrazione di frutta secca quali noci, pistacchi e mandorle. Utile anche l’uva passa per la sua azione energizzante. Consiglio anche di tenere sempre a portata di mano della Propoli, utilissima contro l'influenza grazie alle sue proprietà antibiotiche, anti-infiammatorie, antivirali, antisettiche e anestetiche.

E' vero anche che moltissime persone non assumono abbastanza frutta e verdura, vuoi per scelta o vuoi per gusti, per quanto si possano sviare con altre cose, l'assunzione minima giornaliera spesso non viene rispettata.

Come fare in questi casi?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Ciao a tutti!

Oggi come da titolo, parleremo di prodotti all'Aloe.

Ma prima di iniziare, quanti conoscono davvero l'aloe?

Facciamo un piccolo passo indietro e vediamo da dove nasce il suo utilizzo e perché!

L'uso dell'Aloe è molto antico, ne era noto l'utilizzo anche presso gli antichi egizi, con i preparati per l'imbalsamazione, da dove ne prese poi il nome di "pianta dell'immortalità ".

Veniva inoltre utilizzata anche per la cura e l'igiene del corpo o come cicatrizzante. Svariate volte venne citata anche nella Bibbia quale pianta aromatica o per la preparazione di unguenti prima della sepoltura.

Solo nel 1959, un farmacista texano, mise a punto un processo di stabilizzazione della polpa, aprendo la strada alla commercializzazione dell'Aloe senza più problemi di ossidazione e fermentazione.

Nello stesso momento, il governo americano ne dichiarò ufficialmente le proprietà curative per il trattamento delle ustioni. Da allora gli studi sull'Aloe sono molto attivi in tutto il mondo.

Pur essendoci in natura centinaia di differenti specie di Aloe, spesso molto simili tra loro, le due varietà più note e diffuse sono, l'Aloe Vera e l'Aloe Arborescens, largamente utilizzate nella produzione di preparati per il benessere fisico, cosmetici e gel.

Ovviamente le differenze non si limitano strettamente a ciò che è visibile.

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Ciao a tutti

Come avrete capito in questo articolo vi parlerò di colorazione per capelli.

Prima di iniziare parto con il dirvi che io da alcuni anni ho sviluppato una forte allergia verso una sostanza che è contenuta in tutte le colorazioni per capelli, anche quelle che si professano "Naturali" perché purtroppo di Naturale hanno solo il nome.

Ogni colorazione permanente per essere tale ha bisogno di alcune sostanze ovviamente chimiche.

Le colorazioni "Naturali" attuali, si definiscono tali togliendo dagli ingredienti solo l'Ammoniaca, che di per se, certamente è un allergene ma purtroppo non è l'unica sostanza che provoca allergia.

Le etichette sono quasi totalmente indecifrabili ma vi invito a controllarle e cercare in internet gli ingredienti.

Un prodotto che ha attratto la mia curiosità, è una colorazione permanente di un'azienda prettamente farmaceutica:

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva